a Bologna...
per tutti i Proprietari di Casa

 


 
Allora questo agente immobiliare… è utile?
Capita spesso di incontrare proprietari immobiliari che, avendo avuto necessità di rivolgersi ad un agente immobiliare esprimano poi i giudizi più disparati , “contentissimo”, “contento però…,non tanto.”,”non serve a niente”,”meglio se non c’era”.
Come vedete li riporto tutti senza reticenze... sono agente immobiliare dal 1975, ma da decenni tutelo anche la proprietà immobiliare.
 
Oggi, data la lunga e difficile crisi che ha colpito il settore, è utile affidarsi ad un agente immobiliare? E perché si o perché no?
Io penso sia utile, ma occorre saperlo scegliere.
 
Intanto non affiderei mai un incarico a chi lo accettasse a qualsiasi prezzo. Mi rivolgo anche ai venditori: se il valore è 10 perché metterlo in vendita a 18? Qui si distingue immediatamente il professionista, perchè il dilettante accetta, facendo perdere tempo a chi vende e magari per dire dopo un mese che bisogna abbassare il prezzo.
No, questo non è il Vostro interlocutore! Il professionista esprime il valore di mercato reale: questo è già un importante servizio che il professionista offre e bisogna farne tesoro.
 
Internet…
È facile oggi per un privato mettere direttamente in pubblicità il proprio immobile attraverso internet e su portali dedicati… ma è consigliabile? No, molto meglio avere un filtro che verifichi preventivamente la veridicità dell’interesse da parte di potenziali acquirenti, e anche qui voi vedrete la differenza tra un agente immobiliare dilettante ed un vero professionista, non credete che per un servizio come questo valga la pena pagare una mediazione?

Per scegliere a chi affidarsi è indispensabile la verifica della struttura organizzativa che l’agente mette a disposizione, quindi un pool di tecnici per le necessarie verifiche preventive sulla regolarità e vendibilità degli immobili (badate che su questi argomenti non si scherza). L’immobile infatti deve essere proposto in vendita sapendo esattamente qual è la situazione del catasto delle licenze dello stato di fatto, in modo che tutto sia conforme.

L’incarico è in esclusiva naturalmente, una volta presa la decisione con una scelta precisa occorre che chi lavora non solo sia pagato ma che lavori al meglio nell’interesse di chi vende. Infatti capita di frequente che lo stesso immobile si trovi su internet proposto da più soggetti a prezzi diversi... se c’è un modo per il proprietario di farsi del “male”, questo è il primo.

Riassumendo, la scelta è tra un dilettante alla sbaraglio che pensa solo alla provvigione e non fa un esame dell’intera operazione, ed un professionista, che riflette e comunica le sue considerazioni, che assiste nelle verifiche, informando il cliente sull’andamento reale del mercato lavorando con un incarico in esclusiva.
 
Tonino Veronesi
Presidente Assoproprietari