a Bologna...
per tutti i Proprietari di Casa
Gli sfratti in Italia, in Emilia Romagna  uno ogni 326 famiglie
 
 Riportiamo di seguito l'analisi che il ministero degli interni ha effettuato sugli sfratti per l'anno 2016, si nota una diminuzione del 5,5% rispetto al 2015, apprendiamo con piacere questa notizia e questo dato, fermo restando che si tratta ancora di numeri piuttosto elevati, si risente ancora evidentemente della crisi economica italiana che inevitabilmente si riflette sulla morosità, il motivo principale dello sfratto come sotto riportato. In Emilia Romagna il numero degli sfratti è di uno ogni 326 famiglie contro la media nazionale di uno ogni 419, tutto sempre riferito al 2016.
La raccomandazione che la nostra associazione dà ai proprietari immobiliari che intendono locare un loro appartamento è quello magari di chiedere un pochino meno, a fronte di una garanzia di maggiore solidità economica e non solo della famiglia o persona che intende prendere in affitto l'immobile. Le cause di sfratto sono lunghe, costose e creano problemi di apprensione e preoccupazioni .
Tonino Veronesi
Presidente  Assoproprietari Bologna
 
 
 I provvedimenti esecutivi di rilascio di immobili ad uso abitativo emessi nell’anno 2016 ammontano, in totale, a 61.718 di cui:
-     2.539 per necessità del locatore
-     4.350 per finita locazione
-   54.829 per morosità e altra causa
 
 Il quadro della ripartizione territoriale del fenomeno evidenzia che i titoli esecutivi emessi nei soli capoluoghi di provincia, pari a 28.705, costituiscono il 46,5% del totale nazionale.
 
 Nel periodo in esame, le richieste di esecuzione presentate all’Ufficiale Giudiziario sono 158.720 e gli sfratti eseguiti con l’intervento dell’Ufficiale Giudiziario ammontano a 35.336.
Il raffronto con i dati riferiti all’anno 2015 evidenzia per i provvedimenti di sfratto emessi un decremento in Italia del -5,5%. Tale decremento risulta più rilevante in Friuli Venezia Giulia (-42,9%), Puglia (-35,6%), Molise (-26,2%), Abruzzo (-21,2%) e Sicilia (-20,1%). Al contrario un aumento si è registrato in Basilicata (+81,5%) Piemonte (+65,7) Trentino Alto Adige (+28,5%)e Sardegna (+16,7%).
  Per le richieste di esecuzione presentate all’Ufficiale Giudiziario il rapporto con l’anno 2015 fa registrare un lieve incremento, a livello nazionale, del +3,1%. Anche gli sfratti eseguiti con l’intervento dell’Ufficiale Giudiziario mostrano un incremento +7,9%).
 
 Dall’analisi dei dati riferiti ai provvedimenti di sfratto emessi nell’anno 2016 emerge che il maggior numero di questi si concentra in Lombardia con 11.049 provvedimenti che rappresentano il 17,9% del totale nazionale, seguita dal Lazio con 8.499 (pari al 13,8%), dal Piemonte con 6.920 (pari al 11,2), dall’Emilia Romagna con 6.124 (pari al 9,9%), dalla Campania con 5.714 (pari al 9,3 %) e dalla Toscana con 4.613, pari all’7,5 % del totale.
Per quanto concerne le richieste di esecuzione presentate all’Ufficiale Giudiziario la regione che in assoluto presenta il valore più elevato nell’anno 2016 è la Lombardia con 59.486 richieste (pari al 37,5% del totale nazionale); seguono, a distanza, l’Emilia Romagna con 15.760 (9,9%), il Piemonte con 13.519 (8,5%) la Toscana con 12.109 (7,6%) e il Lazio con 11.944 (7,5%).
La regione che presenta il maggior numero di sfratti eseguiti con l’intervento dell’Ufficiale Giudiziario è la Lombardia con 5.343 sfratti eseguiti (pari al 15,1% del totale nazionale), seguita dal Piemonte (n. 4.992, pari all’14,1%), dal Lazio (n. 3.990, pari al 11,3%), dalla Toscana (n. 3.431, pari al 9,7%), dall’ Emilia Romagna con 3.407 (9,6%), dal Veneto con 2.744 (7,8%) e dalla Campania con 2.504 (7,1%).
Il rapporto tra i provvedimenti di sfratto emessi e il numero delle famiglie residenti in Italia si attesta, per l’anno 2016, a uno sfratto ogni 419 famiglie a fronte di uno sfratto ogni 395 famiglie nel 2015. Le regioni che nell’anno in esame presentano il rapporto uno sfratto/famiglie inferiore o uguale di quello nazionale sono: Piemonte (1/291), Liguria (1/295), Lazio (1/310), Emilia Romagna (1/326), Toscana (1/356), Campania (1/378), Lombardia (1/400) e Valle d’Aosta (1/419).
A livello provinciale sono ben 46 le province che presentano il rapporto sfratto/famiglie inferiore o uguale a quello nazionale e, di queste, 7 sono province dei grandi comuni. Al primo posto si colloca Modena (uno sfratto ogni 172 famiglie), seguono Barletta-Andria-Trani (1/181), Pescara (1/219) e Imperia con uno sfratto ogni 234 famiglie.

14 luglio 2017

Sei a Bologna o dintorni?
Per informazioni o approfondimenti contattaci:
tel +39.051.29.60.694 — e-mail aipi@assoproprietari.it

« torna all'elenco news